Autiero Antonio

Nato a Napoli (Italia) nel 1948, ha studiato filosofia e teologia, conseguendo la laurea in Filosofia a Napoli con una tesi su Erasmo da Rotterdam e il dottorato in teologia morale presso l’Accademia Alfonsiana (Pontificia Università Lateranense) a Roma, con una tesi su “Antropologia e teologia del matrimonio in A. Rosmini”.Ha insegnato teologia morale prima alla facoltà teologica di Napoli, poi, dal 1983 all’università di Bonn. Dal 1991 al 2013 è stato professore ordinario all’Università di Münster, della quale è professore emerito. Dal 1997 al 2011 è stato contemporaneamente direttore del Centro di ricerca per le scienze religiose della Fondazione Bruno Kessler di Trento (Italia).

È membro di diverse società scientifiche e commissioni, tra le quali la Akademie für Ethik in der Medizin, della ZES (Zentralethikkommission für Stamzellforschung) del governo federale tedesco e di CTEWC (Catholic theological ethics in the Word Church).

Le sue pubblicazioni (in numero di circa 250 in monografie, parti di libri collettivi, articoli in riviste scientifiche) spaziano dalle questioni di morale fondamentale, teorie etiche, bioetica, etica della ricerca scientifica ed etica ecologica.

Bibliografia

Lista completa: https://www.uni-muenster.de/imperia/md/content/fb2/c-systematischetheologie/moraltheologie/aktuelles/schriften01062019.pdf

essenziale:

  • Ethik und Demokratie (Ed.), LIT-Verlag, Münster 1998.
  • Herausforderung “Aggiornamento”. Zur Rezeption des Zweiten Vatikanischen Konzils (Ed.), Oros-Verlag, Altenberge 2000.
  • Endliche Autonomie. Interdisziplinäre Perspektiven auf ein theologisch-ethisches Programmwort (Ed.), LIT-Verlag, Münster 2004.
  • (con M. Magatti), Etica civile nella modernità, Ed. Messaggero, Padova 2014.
  • (con L. MAGESA (Ed.), The Catholic ethicist in the local church, Orbis Books, Maryknoll/NY 2018.
  • Per una nuova cultura pastorale. Il contributo di Amoris laetitia (Ed.), San Paolo, Milano 2019.
  • (con S. GOERTZ e K.-W. MERKS Ed.), Autorität in der Moral. Historische und systematische Perspektiven – Jahrbuch für Moraltheologie Bd. 3, Herder Verlag, Freiburg i.Br. 2019.
 

Battaglia Gino

Gino Battaglia è nato nel 1954. Saggista e scrittore, attraverso viaggi e ricerche si è accostato alle culture dell’Asia. Già responsabile per diversi anni del settore e poi dell’Ufficio nazionale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della Conferenza Episcopale Italiana, si è occupato del dialogo tra le fedi e ultimamente delle religioni nel terzo millennio e dei loro rapporti con la società e la politica. Ha insegnato Storia e civiltà dell’Estremo Oriente e Storia e istituzioni dell’Asia contemporanea all’Università per Stranieri di Perugia. Alcuni dei suoi lavori, inoltre, sono dedicati a temi di marginalità sociale. Tra le sue pubblicazioni, Cristiani indiani. I Cristiani di San Tommaso nel confronto di civiltà del XVI secolo (Roma 2007); Le religioni orientali, (Brescia 2008); Europei senza patria. Storie di Rom (Napoli 2009); Il grande viaggio. Storie di speranza e di frontiere (Milano 2011); L’ortodossia in Italia. Le sfide di un incontro (Bologna 2011); L’altro fondamentalismo. India, nazionalismo, identità (Napoli 2015); Le religioni e il male (Genova 2017); nonché i romanzi Malabar (Napoli 2010), candidato al Premio Strega 2011, e La fortuna di Dragutin (Roma 2014).

 

Bernasconi Rocco

È membro della Society of Biblical Literature della European Association for Jewish Studies e della British Association for Jewish Studies. Fa inoltre parte dello Steering Committee della Judaica section della Society of Biblical Literature e dell’editorial board della rivista Melilah; Manchester Journal of Jewish Studies. Ha tenuto corsi sull’ebraismo presso le Università di Bologna, di Manchester e presso la facoltà di Teologia di Lugano e svolge attività di ricerca nel campo della letteratura ebraica antica.

Campanini Massimo

Massimo Campanini (Milano 1954) è laureato in filosofia e diplomato all’IsMEO in lingua araba. Ha insegnato nelle università di Urbino e Milano Statale, nell’Università Orientale di Napoli e come professore associato nell’università di Trento. È accademico della Biblioteca Ambrosiana di Milano. Si è interessato di studi coranici, di pensiero filosofico e politico, di storia contemporanea ei paesi arabi con riguardo particolare ai movimenti islamisti. Ha pubblicato 40 monografie, tra saggi originali, curatele e traduzioni, tra le quali ultime: Islam religione dell’Occidente (Mimesis 2016); Philosophical Perspectives on Modern Qur’anic Exgesis (Equinox Publishing 2016); Storia del Medio Oriente contemporaneo (quinta edizione, Mulino 2017) e Storia del pensiero politico islamico (a cura di) (Mondadori 2017).

Chiappini Azzolino

Pro-Rettore della FTL e Professore emerito di Teologia fondamentale. Studi a Roma e a Friburgo (CH), con specializzazione in teologia biblica (licenza) e in teologia fondamentale (dottorato, Roma Pontificia Università Gregoriana). È docente stabile alla Facoltà di Teologia di Lugano sin dalla fondazione dell’Istituto (1992), poi professore ordinario di Teologia fondamentale. Già membro della Commissione teologica della Conferenza episcopale svizzera e della Commissione di dialogo tra la chiesa cattolica e la chiesa riformata svizzera; della Commissione di dialogo chiesa cattolica-giudaismo (Jüdisch/Römischkatholischen Gesprächskommission, JRGK). Nel 2008 viene nominato Rettore della Facoltà di Teologia di Lugano. Pagina personale del docente

Fabris Adriano

Adriano Fabris

Adriano Fabris (Venezia 1958) ha studiato filosofia alle Università di Pisa (laurea con Vittorio Sainati), Genova (perfezionamento con Alberto Caracciolo), Mannheim (borsa DAAD), Heidelberg e Freiburg i.B. (periodi di studio, rispettivamente, sotto la guida di H.-G. Gadamer e di B. Casper).

Attualmente è professore ordinario di Filosofia morale all’Università di Pisa, dove insegna anche Etica della comunicazione e Filosofia delle religioni. Nella stessa Università è Direttore del C.I.Co. (Centro Interdisciplinare di ricerche e di servizi sulla Comunicazione).

Da vari anni è professore invitato alla Facoltà di Teologia di Lugano, dove attualmente dirige il Master in Scienza, Filosofia e Teologia delle religioni e l’Istituto Religioni e Teologia (ReTe).

Dirige la rivista “Teoria” (Pisa), la collana “Philosophica”, serie rossa, (Edizioni ETS) e “Etiche speciali” (Morcelliana). È membro della Direzione della rivista “Filosofia e teologia” (Napoli) e del Comitato scientifico dell’“Archivio di filosofia” (Roma). Fa parte del Consiglio dell’Istituto “Castelli” (Roma), del Wissenschaftlicher Vorstand della Internationale Rosenzweig Gesellschaft (Kassel) e del Comitato scientifico della Eranos Foundation (Ascona).

È autore di numerosi volumi di Filosofia morale, Etica della comunicazione, Filosofia della religione. Fra le sue ultime pubblicazioni: TeorEtica. Filosofia della relazione, Morcelliana, Brescia 2010; La scelta del dialogo, Messaggero, Padova 2011; Filosofia delle religioni, Carocci, Roma 2012; Etica delle nuove tecnologie, La Scuola, Brescia 2012, Etica della comunicazione, Carocci, Roma 2014, Filosofia del peccato originale, Morcelliana, Brescia 2014. Ha curato recentemente i volumi: Bild als Prozess, Königshausen & Neumann, Würzburg 2011, Metafisica e antisemitismo. I “Quaderni neri” di Heidegger tra filosofia e politica, Edizioni ETS, Pisa 2014 e Il pensiero ebraico nel Novecento, Carocci, Roma 2015.

 Pagina personale del docente

 

Ferrari Silvio

Professore di Diritto e Religione, Università di Milano. Visiting professor all’Università di Berkeley, Leuven, Princeton, all’Institute for Advanced Legal Studies di Londra e all’Ecole Pratique des Hautes Etudes a Parigi. Insegna Diritto comparato delle religioni alla Facoltà di Teologia di Lugano.Le sue pubblicazioni più recenti sono: Handbook of Law and Religion (Routledge, 2015), Between Cultural Diversity and Common Heritage (Ashgate 2014), Religion in Public Spaces (Ashgate 2012).   I suoi principali campi di interesse sono diritto e religione in Europa, diritto comparato delle religioni (in particolare diritto ebraico, canonico ed islamico), diritti dell’uomo e religione.

 Pagina personale del docente

Fidanzio Marcello

Coordinatore scientifico dell’Istituto di Cultura e Archeologia delle terre Bibliche, professore incaricato di Ebraico biblico e Sacra Scrittura (Esegesi dei Salmi, Introduzione AT, Introduzione NT), curatore, con G. Paximadi, dei convegni Terra Sancta alla Facoltà di Teologia Lugano – inizio a.a. 2006-2007.  Professore incaricato di Ebraico biblico alla Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale (Milano) – inizio a.a. 2008-2009.  Direttore e docente dei corsi estivi di archeologia e geografia / lettorato di ebraico a Gerusalemme (www.corsiagerusalemme.org) organizzati dall’Istituto di Cultura e Archeologia delle terre Bibliche della Facoltà di Teologia Lugano e dalla Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale insieme allo Studium Biblicum Franciscanum (Gerusalemme) a cui partecipano anche la Facoltà Teologica dell’Italia centrale, la Pontificia università Gregoriana e la Pontificia università S. Tommaso d’Aquino. Pagina personale del docente

Gomarasca Paolo

Paolo Gomarasca è professore associato di Filosofia morale alla Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica di Milano. Si occupa di etica applicata, con particolare riferimento a: etica dell’immigrazione, etica della cura per il Social Work, e più recentemente Food Ethics. È membro del comitato direttivo del Transdisciplinary Research on Food Issues Center (Trofic) e del Centro di ricerca Relational Social Work (RSW) dell’Università Cattolica di Milano. Membro dell’Ecole de Psychanalyse des Forums du Champ Lacanien e docente presso l’ICLeS (Istituto per la clinica dei legami sociali, a orientamento psicoanalitico lacaniano, legalmente riconosciuto per il conseguimento del diploma di psicoterapeuta, Italia). Fa parte del comitato scientifico della della Revista Interdisciplinar da Mobilidade Humana e di Relational Social Work. Collaboratore esterno del progetto Emotional culture and identity, Instituto Cultura y Sociedad, Universidad de Navarra, Pamplona (Spagna). Dal 2018 è Direttore scientifico del Master di I livello “Fare radio. Produzione e management dei prodotti radiofonici” – UCSC Milano, in partnership con Radio Italia.

Membro del Comitato direttivo del Centro di Ateneo per la Dottrina Sociale della Chiesa – UCSC Milano. Membro del Consiglio direttivo della Società Italiana di Filosofia Morale.

Tra le sue ultime pubblicazioni:

  • Enjeu cartésien et philosophies du corps. Etudes d’anthropologie moderne, Peter Lang, New York, Bern, Berlin, Bruxelles, Frankfurt am Main, Oxford, Wien, 2012, pp. 168.
  • Con l’inchiostro e il pennello. Lacan e Shitao. Mimesis, Milano 2017
  • Fitting Attitude Theory in Economics: Menger and Keynes. THE QUARTERLY JOURNAL OF AUSTRIAN ECONOMICS, vol. 20, 4, 2017, p. 61-83, ISSN: 1098-3708
  • Teaching ethics in social work classroom. The challenge of socratic method of education. RELATIONAL SOCIAL WORK, p. 42-50, 2020 ISSN: 2532-3814, doi: 10.14605/RSW321903

 

Pagina personale del docente

Krienke Markus

Professore di Filosofia moderna e di etica sociale alla Facoltà di Teologia di Lugano, Markus Krienke si impegna per una conciliazione critica tra cristianesimo e modernità attraverso l’attualizzazione del pensiero di Antonio Rosmini. Direttore della “Cattedra Antonio Rosmini” della FTL e della VideoCattedra Rosmini. Professore invitato presso la Pontificia Università Laternanense, Roma e Docente presso lo Studio teologico S. Francesco, Milano, affiliato alla Pontificia Università Antonianum, Roma. Inoltre, è membro del Comitato scientifico della Fondazione Konrad-Adenauer, Roma, e direttore della Collana “La Rosminiana”.

Pagine personale del docente

Lorizio Giuseppe

Giuseppe Lorizio, nato a Poggio Imperiale (Foggia) il 13 nov. 1952, ordinato presbitero il 12 sett. 1976, incardinato nella diocesi di Roma dal 1984, si è specializzato in Teologia fondamentale nel 1980 presso la Pontificia Università Gregoriana, dove ha completato gli studi teologici conseguendo, nel 1988, il Dottorato di ricerca con un lavoro sulla Teodicea di Antonio Rosmini, cui è stato assegnato il premio “Emilio Chiocchetti” dall’Istituto Trentino di Cultura. Ha conseguito inoltre la Licenza in Filosofia (specializzazione storica) presso la Pontificia Università Lateranense. Dal 1981 al 2003 ha insegnato storia della filosofia e metodologia presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (sez. san Luigi), scolasticato della Compagnia di Gesù, Napoli. Presso tale istituzione ha anche svolto il ruolo di vice-direttore della rivista Rassegna di Teologia. Attualmente è professore ordinario di Teologia fondamentale nella Facoltà di Teologia della Pontificia Università Lateranense. Ha insegnato tale disciplina anche nell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Ecclesia Mater”, di cui è stato Preside dal 2003 al 2010. Dal 2001 al 2013 ha diretto l’area internazionale di ricerca su problemi di teologia fondamentale in prospettiva ecumenica presso la Pontificia Università Lateranense. È membro del Comitato scientifico della Rivista rosminiana di filosofia e di cultura, dei simposi rosminiani, della rivista Studium e della rivista Lateranum, che ha diretto dal 2005 al 2010 e di cui è di nuovo direttore dal gennaio 2015 per il prossimo quinquennio. È membro del Comitato nazionale per gli studi superiori di Teologia e di Scienze Religiose della Conferenza Episcopale Italiana. L’intrecciarsi e il rincorrersi della ricerca filosofica e del sapere della fede costituiscono l’orizzonte della sua esperienza di ricerca, espressa in numerosi lavori. In questa prospettiva da anni è impegnato nello studio della genesi del pensiero rosminiano.

 

Monceri Flavia

Flavia Monceri è Professore ordinario di Filosofia politica all’Università del Molise, dove insegna anche “Multiculturalismo e comunicazione interculturale” e “Studi di genere”. Laurea in Scienze politiche (Università di Pisa), Diploma di Perfezionamento (equipollente al Dottorato di ricerca) in Filosofia delle scienze sociali (Scuola Superiore Sant’Anna, Pisa), Diploma di Pianoforte principale (Istituto Musicale Pareggiato “L. Boccherini”, Lucca). Co-direttore del Master universitario di I livello in “Migrazioni e inclusione: diritti, culture e processi d’interazione” (Università del Molise, I Edizione A.A. 2018/2019). Dirige le collane “Difforme” e “Sakura. Filosofie e società nei prodotti culturali” presso le Edizioni ETS di Pisa. Fra le sue pubblicazioni pertinenti: Interculturalità e comunicazione. Una prospettiva filosofica, Edizioni Lavoro, Roma 2006; What ‘religion’ are we talking about? Universalism, pluralism, and the problem of cultural translation, in H. Nagl-Docekal, W. Kaltenbacher und L. Nagl (hrsg. v.), Viele Religionen – eine Vernunft? Ein Disput zu Hegel, Böhlau/Akademie Verlag, Wien/Berlin 2008, pp. 281-297; Taking Diversity Seriously: On the Notion of Intercultural Philosophy, in W. Sweet (ed.), What is Intercultural Philosophy?, Washington, D.C.: The Council for Research in Values and Philosophy, 2014, pp. 81-94; Beyond universality: rethinking transculturality and the transcultural self, in «Journal of Multicultural Discourses», 14:1 (2019), pp. 78-91.

Orelli Luisa

Giornalista RSI. Licentia studiorum arabicorum et islamicorum, Roma, Pontificio Istituto
studi arabi e di islamistica (1991), studi di arabo e islamistica (Université de Paris III).

Pacillo Vincenzo

Vincenzo Pacillo, nato a Roma nel 1970, si è addottorato in Diritto ecclesiastico e canonico nell’Università degli studi di Perugia (I). Successivamente è stato ricercatore in Diritto ecclesiastico e canonico presso l’Università degli studi di Milano, ove ha tra l’altro diretto (unitamente ai Proff. A. Ferrari ed E. Dieni) il programma di ricerca CNR dal titolo “I simboli religiosi: problematiche giuridiche nella società multiculturale” nell’ambito del “Progetto giovani ricercatori. L’identità culturale come fattore di integrazione”. Attualmente è professore associato di Diritto ecclesiastico e delle religioni nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Modena e Reggio Emilia (I) e professore a contratto di Rapporti Stato – Chiesa nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università degli studi di Padova (I).

Pagina personale del docente.

Palese Alberto

Alberto Palese

Attualmente: Coordinatore Istituto ReTe, docente di Didattica della religione DFA-SUPSI.

Curriculum: Laureato in biologia con una tesi sperimentale sulla catalisi enzimatica in ambiente organico (Università degli Studi di Milano), ha conseguito il dottorato in teologia presso la FTL discutendo una tesi dal titolo L’uomo sacerdote del cosmo, l’uomo la chiesa, il mondo, una indagine a partire dal pensiero di Teilhard de Chardin. Vicedirettore della Scuola media di Pregassona insegna Scienze naturali e Storia delle religioni. Dal 2007 collabora con la Facoltà di Teologia di Lugano, è coordinatore dell’Istituto Religioni e Teologia (ReTe) e ha tenuto diversi corsi sul rapporto tra scienze naturali e religioni. Dal 2009 al 2013 è stato presidente del Forum per il Dialogo Interreligioso in Ticino. Dal 2017 è formatore presso il Dipartimento Formazione ed Apprendimento della SUPSI per i docenti di Istruzione religiosa e Storia delle religioni. Dal 2019 è membro della speciale commissione istituita dal DECS per l’istituzione del corso di Storia delle religioni nelle scuole medie ticinesi.

Bibliografia essenziale:

Teilhard de Chardin. L’uomo sacerdote del cosmo, Jaca Book, 2016

Teilhard e l’oriente cristiano. Spunti per una ricerca, Teilhard aujourd’hui, 18 (2015), 65-74.

Curatele:

L’Islam nella svizzera italiana, Cenobio, LXVI (2), 2017

La guerra dei simboli. Comprendere e gestire i conflitti religiosi nello spazio pubblico, EUPRESS, 2013

 

Pallavicini Yahya Sergio Yahe

Yahya Pallavicini è un cittadino italiano musulmano di nascita.

Imam e Presidente della CO.RE.IS. (Comunità Religiosa Islamica) Italiana, Consigliere e Presidente del Comitato per la Cultura e il Dialogo Interreligioso del Centro Islamico Culturale d’Italia (grande moschea di Roma) e Ambasciatore dell’ISESCO per il dialogo tra le civiltà.

Da cinque legislature è referente per l’Islam Italiano per il Ministero dell’Interno, il Ministero degli Affari Esteri e il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

Relatore sull’Islam presso il College della NATO a Roma. Docente sul Corano e i commentari nel Master sulle Religioni di Abramo dell’Università Cattolica di Milano, sulla Conoscenza dell’Islam e del mondo musulmano nel Master sulla Comunicazione Interculturale dell’Università della Svizzera Italiana di Lugano e sul Dialogo Interreligioso nella prevenzione del radicalismo nel Master in Sicurezza economica, geopolitica e intelligence del SIOI, Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale di Roma.

Collabora da oltre un decennio con la Presidenza della Commissione Europea. Membro del Consiglio Europeo dei Leader Religiosi e delle delegazioni dei sapienti musulmani internazionali del Forum Cattolico-Musulmano in Vaticano (2008 e 2014), è inserito nella selezione dei rappresentanti istituzionali dei 500 musulmani più influenti nel mondo.

 

Paximadi Giorgio

Docente ordinario di Esegesi dell’Antico Testamento. Direttore della Rivista Teologica di Lugano.
Si è laureato in Lettere Classiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con una tesi di linguistica generale applicata alle lingue classiche. Successivamente ha conseguito la Licenza in Teologia presso l’Università di Friburgo (CH) con una tesi moderata dal p. J. D. Barthélemy O.P. Si è iscritto al Pontificio Istituto Biblico di Roma dove ha conseguito la licenza in Sacra Scrittura, sotto la direzione del p. Luis Alonso Schökel S.J., ed il Dottorato in Scienze Bibliche, con una tesi dal titolo «Ed io dimorerò in mezzo a loro». Linee interpretative di Es 25-31 a partire dalla struttura retorica del testo, sotto la direzione del ch.mo prof. p. Pietro Bovati S.J.

Pagina personale del docente

Perfetti Stefano

Stefano Perfetti

Si è laureato cum laude in Filosofia all’Università di Pisa e ha conseguito il Dottorato di Ricerca all’Università di Torino. È professore associato di “Storia della Filosofia Medievale” presso il Dipartimento di “Civiltà e Forme del Sapere” dell’Università di Pisa, dove insegna anche “Filosofia delle religioni”. Nel 1999-2002 ha insegnato “Storia della Cultura del Novecento” presso lo Studio Teologico di Camaiore (Lucca), affiliato alla Facoltà Teologica dell’Italia Centrale (Firenze). Dal 2010 tiene il corso di “Storia delle Religioni” nel “Master in scienza, filosofia e teologia delle religioni” presso la Facoltà di Teologia di Lugano.

Fa parte della “Societé Internationale pour l’Étude de la Philosophie Médiévale”, della “Società Italiana per lo Studio del Pensiero Medievale” e della “Society for Medieval Logic and Metaphysics”, della “Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo”. Membro fondatore del Centro Interuniversitario “GrAL (Greco-Arabo-Latino) Incontro di Culture” (Università di Pisa, Università di Padova, École Pratique des Hautes Études di Parigi). Membro del “Centro Interdipartimentale di Studi Ebraici” dell’Università di Pisa.

Ha pubblicato articoli e libri in italiano e in inglese su Agostino, Abelardo, Alberto Magno, Tommaso d’Aquino, Bonaventura, aristotelismo tardo-medievale e rinascimentale; sui modi di considerare gli animali da parte dei filosofi; sulla legge naturale; sulla filosofia della religione; sul pensiero ebraico contemporaneo.

Alcune pubblicazioni recenti:

Adveniat regnum tuum. Dionysian schemes of divine kingship and foundation of the ‘political’ in Albert the Great’s commentary on Matthew 6:10, in «Divus Thomas» 122/2 (2019), pp. 79-112

Evoluzione, nuova inabitazione e ascolto: per una filosofia dell’ebraismo in traduzione, in «La Rassegna Mensile di Israel» 84/3 (2018) [ma 2019], pp. 19-34.

Similiter spirant omnia. La condizione umana tra degradazione carnale e ascesa spirituale nel commento di Bonaventura a Ecclesiaste 3,18-22, in I. Zavattero (a c. di), L’uomo nel pensiero di Bonaventura da Bagnoregio, Aracne Editore, Canterano (RM) 2019, pp. 271-288.

Inadaequatio intellectus ad rem: la luce esodica da Mosè a Giobbe nel marxismo metareligioso di Ernst Bloch, in G. Paoletti, L. Mori, F. Marchesi (a c. di), L’esercizio della meraviglia. Studi in onore di Alfonso M. Iacono, ETS, Pisa 2019, pp. 489-507.

The sacrifice of meaning: Leonard Cohen’s retellings of Abraham’s trial, «Materia Giudaica» XXIV (2019), pp. 525-534.

Biblical Exegesis and Aristotelian Naturalism: Albert the Great, Thomas Aquinas, and the animals of the Book of Job, «Aisthesis» 11/1 (2018), pp. 81-97.

Pagina personale del docente

 

Roux René

René Roux, di origine valdostana, dopo gli studi filosofico-teologici e l’ordinazione presbiterale nel 1991 nella diocesi di Aosta, si specializza in teologia patristica e in studi orientali a Roma, Oxford e Parigi. Dal 2000 al 2003 è docente di Patrologia e Dogmatica presso l’Istituto teologico sant’Anselmo di Aosta. Dopo alcune esperienze di docenza a Roma, in Africa, in India e in Germania, dal 2010 è titolare della Cattedra di Storia della Chiesa Antica, Patrologia e Scienze ecclesiastiche orientali della Facoltà di Teologia dell’Università di Erfurt, di cui diviene Pro-decano e Decano degli Studi, nonché membro sia della Commissione della Ricerca Scientifica sia della Commissione della Didattica della stessa Università.
Nel 2015 lascia la Germania in seguito alla nomina di Rettore della Facoltà di Teologia di Lugano. Due anni dopo viene eletto presidente dell’AAPU (Association of Accredited Private Universities in Switzerland). Dal 2018 è membro della Commission théologique et œcuménique (CTO) della Conferenza dei Vescovi Svizzeri.
I suoi ambiti di ricerca sono la Storia dell’ermeneutica patristica e interpretazione biblica e il loro significato per la storia dei dogmi, la Teologia siriaca antica e il suo rapporto con la teologia e la cultura della Chiesa greca e altre antiche tradizioni, modelli teologici del pensiero nell’antichità e nella loro attualità, recezione della teologia dei Padri della Chiesa nella teologia di oggi, con particolare attenzione alla teologia delle religioni.
Pagina personale del docente

Zamagni Gianmaria

Gianmaria Zamagni (1974) si è laureato nel 1999 in Filosofia della religione all’Università di Bologna con una tesi sulla teologia delle religioni di Hans Küng (v. pubblicazioni), con il massimo dei voti e la “dignità di stampa”. Dopo il servizio civile nel 2000 come volontario obiettore di coscienza in zona di conflitto (a Mitrovica, Kosovo) con la Comunità Papa Giovanni XXIII svolge il dottorato coordinato dal Prof. Mauro Pesce all’Università di Bologna: Studi religiosi: scienze sociali e studi storici delle religioni con una tesi sull’ermeneutica filosofica medievale (in particolare in Nicola di Lyra e John Wyclif) svolta in stretta cooperazione con l’Institut d’Histoire de la Réformation di Ginevra (in part. la Prof. Irena Backus) e conclusa nel 2004. Dallo stesso anno ottiene una borsa di perfezionamento post-doc presso l’Alta scuola per le scienze religiose (ora: “Giuseppe Alberigo”), e nel contempo è assegnista di ricerca (e poi borsista post-doc) presso il Dipartimento di Politica Istituzioni Storia (Scienze politiche, Università di Bologna). In questi contesti, oltre a fungere come coordinatore e assistente dei corsi di Filosofia Morale e I diritti umani nell’epoca della globalizzazione (P.C. Bori) svolge studi su Legge naturale, diritti naturali e diritti umani, con riguardo alla posizione della Chiesa cattolica, sul Sinodo delle diocesi tedesche a Würzburg (1971-75), e soprattutto sulla figura di Costantino nella teologia del ’900 in vista del centenario del 2013. Dal 2009 è Collaboratore scientifico (dal 2014, Project Manager) nel Cluster d’eccellenza “Religione e politica” all’Università di Münster, e lavora presso la cattedra di Storia della Chiesa medievale e moderna su un progetto riguardo alla legittimazione teologica della violenza fisica nel case-study della Guerra civile spagnola, un lavoro condotto su fonti dell’Archivio Segreto Vaticano. Svolge attività didattica in tedesco dal 2012, in part. presso le Università di Francoforte, Bielefeld, Darmstadt; nel 2013 ottiene l’abilitazione scientifica italiana, nel 2014 l’abilitazione tedesca presso l’Università di Francoforte e nel 2015 sempre qui consegue la Privata docenza. Nel 2016 è professore a contratto di Storia della filosofia medievale presso l’Università di Bologna. Vive a Berlino, è sposato e ha due figlie.

Aree di ricerca: Storia della teologia, storia della Chiesa, teologia politica, teologia delle religioni ed etica mondiale.

 

Contatti

Istituto ReTe
via Giuseppe Buffi 13, casella postale 4663
6904 Lugano (Svizzera)
Coordinatore: Alberto Palese
Tel.: +41 (0)58 / 666 45 55 (centralino)
Fax: +41 (0)58 / 666 45 56
E-mail: rete@teologialugano.ch

Novità