Religione e morale

Se è vero che viviamo in una società post-secolare, dove nuovamente emerge la rilevanza che la religione va assumendo nella sfera pubblica (J. Habermas), si ripropone il problema dell’influsso che la religione possa avere in ordine alle scelte etiche in una società complessa. Nel corso si tratterà di mettere a tema il rapporto tra religione e morale, scandendo da una parte l’importanza della visione religiosa come sfondo per la questione del senso del vivere (rimando all’antropologia) e dall’altra la modalità di fondazione di norme morali condivisibili (sistemi di etica normativa). L’approccio di fondo tiene conto dell’implicazione della ragione e della tenuta argomentativa del discorso etico, come istanze emergenti dalla Modernità che non vengano mortificate da un ricorso ai contenuti di fede, privo di mediazioni e di saggezza pratica, ma stimolati da una visione di uomo, responsabile del bene comune.

M. VIDAL, Nuova morale fondamentale. La dimora teologica dell’etica, Bologna 2004;

A. DA RE (Ed.), Etica e forme di vita, Milano 2007

K.-W. Merks, Morale et Religion. Pistes de recherche, in: RETM nr. 248 (2008), 23-57.

A. Autiero – M. Magatti, Etica civile nella modernità, Padova 2014.

Contatti

Istituto ReTe
via Giuseppe Buffi 13, casella postale 4663
6904 Lugano (Svizzera)
Coordinatore: Alberto Palese
Tel.: +41 (0)58 / 666 45 55 (centralino)
Fax: +41 (0)58 / 666 45 56
E-mail: rete@teologialugano.ch

Novità